Il fascino indiscreto della differenza: Anaïs Nin e dintorni

da Gian Paolo Roffi, poeta a Bologna

“Nel periodo in cui stavamo tutti scrivendo pornografia a un dollaro la pagina, mi accorsi che per secoli avevamo avuto solo un modello per questo genere letterario: quello maschile. Ero già consapevole della differenza nel modo di trattare l’esperienza sessuale da parte dell’uomo e da parte della donna (…). Come scrissi nel terzo volume del Diario, avevo l’impressione che il vaso di Pandora contenesse i misteri della sensualità femminile, così diversa da quella maschile, e per la quale il linguaggio dell’uomo era inadeguato”.
Con queste parole Anaïs Nin mostra quale fosse la sua consapevolezza sia rispetto alla materia trattata sia al linguaggio usato per trattarla. Il fatto, poi, che i racconti del Delta di Venere siano nati dalla collaborazione fra lei ed Henry Miller, e anche dalla partecipazione dei poeti e degli artisti raccolti in quella cerchia newyorkese degli anni ‘40, rende ancora più affascinante la lettura e l’analisi di queste narrazioni folli, emozionanti, fantasiose. Ma davanti alla forma letteraria dei testi, ha senso cercare di distinguere ciò che è maschile e ciò che è femminile in questo fluire di situazioni erotiche in cui richiami di esperienze reali, immaginazione, scandagli gettati nella coscienza e nell’inconscio di soggetti diversi si fondono compiutamente in una straordinaria indistinzione? E’ la stessa Nin, rileggendo i racconti dopo molti anni, a porsi questa domanda e a dare una sua risposta, ma non è detto che questa sia la più attendibile, o quanto meno non è l’unica. Anzi, di fronte a un testo erotico, c’è piuttosto da porsi un’altra domanda, e chiedersi se in esso ci sia la poesia, quella che Anaïs Nin ricercava, amava e definiva “il nostro afrodisiaco”.

POLIFONIA del FEMMINILE – ORLANDO ASSOCIAZIONE DI DONNE
Relatore: Gian Paolo Roffi
Palazzina di Santa Cristina, Via del Piombo 5, Bologna
Venerdi 23 marzo 2012, ore 18 – 20    Ingresso libero

Questa voce è stata pubblicata in Poesia e Letteratura. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>